Università degli Studi Guglielmo Marconi

L-20 Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione e Media Digitali

Obiettivi

Il Corso di studio in Scienze della Comunicazione e Media Digitali si propone di fornire agli studenti, adeguate conoscenze teoriche, metodologiche e tecniche, finalizzate alla comprensione dei fenomeni comunicativi ed informativi della società contemporanea, con particolare attenzione ai processi comunicativi mediati dalle nuove tecnologie. Il Corso di Studio, anche alla luce dei cambiamenti, professionali e delle competenze, introdotti dalla rivoluzione digitale, prepara laureati con capacità operative di produzione e gestione dell'informazione e della comunicazione in grado di rispondere efficacemente alle esigenze comunicative di aziende ed enti pubblici e privati, dal settore culturale ed editoriale, a quello dei servizi e dei consumi. A questo scopo, il piano didattico articolato in tre anni accademici, prevede sia discipline teoriche, con particolare attenzione agli aspetti contemporanei della comunicazione nella vita sociale, sia discipline di carattere metodologico. Gli insegnamenti disciplinari sono affiancati da web-lab didattico-pratici a cui si affianca la possibilità di svolgere tirocini curriculari presso istituzioni, enti, agenzie e aziende in vista della futura attività professionale, nel quadro di accordi locali e nazionali. Il percorso formativo offerto, che si arricchisce anche della possibilità di soggiorni presso altre università estere nel quadro di accordi internazionali (Erasmus), prevede inoltre specifiche conoscenze e competenze di livello intermedio (corrispondente al livello B1 del QCER) nella lingua inglese e in una seconda delle principali lingue europee.

Regolamento e Ordinamento didattico

Ai sensi del primo comma dell'art. 6 del D.M. 270/2004 sono ammessi al corso di laurea coloro che siano in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo conseguito all'estero ritenuto idoneo.

Il Corso è ad accesso libero, senza test di ammissione. Tuttavia è richiesto il possesso di un'adeguata preparazione iniziale. I requisiti richiesti sono: capacità di comprensione verbale, attitudine ad un approccio metodologico, buona cultura generale e pieno possesso parlato e scritto della lingua italiana, comuni ai programmi delle scuole secondarie superiori.

La verifica di tali conoscenze, avviene attraverso un Test Orientativo non selettivo (che può essere svolto dopo l'immatricolazione).

Nel caso in cui la verifica non sia positiva, l'Ateneo indicherà allo studente specifici percorsi formativi di supporto didattico, per il ripristino delle competenze di base (in modo da colmare gli eventuali obblighi formativi aggiuntivi) da soddisfare nel primo anno di corso, come definito nel Regolamento didattico.

Al fine di verificare il possesso delle conoscenze richieste in ingresso, l'Ateneo ha predisposto uno specifico Test Orientativo non Selettivo. Il test orientativo pur non precludendo in alcun modo l'iscrizione al corso, è obbligatorio. Il Test non rappresenta uno sbarramento, ma un servizio offerto agli studenti in quanto indirizza l'Ateneo, in caso di lacune dello studente, a formulare specifici interventi di ripristino delle competenze di base, da maturare entro il primo anno, con lo scopo di consentire allo studente di affrontare adeguatamente il percorso formativo.

Il test orientativo pur non precludendo in alcun modo l'iscrizione al corso, è obbligatorio e deve essere effettuato entro i 60 giorni che decorrono dall'immatricolazione e comunque prima di sostenere gli esami. Il Test è suddiviso in due aree – una comune a tutti i Corsi di Studio ed una specifica del corso prescelto – ed in diverse sezioni.

Per ogni sezione di riferimento non superata sarà consentito maturare le competenze carenti attraverso un 'Corso di Recupero delle Competenze in Ingresso – RCI'.

Il Corso RCI si svolgerà interamente on line e si concluderà con una prova scritta da svolgere in piattaforma. La prova dovrà essere sostenuta obbligatoriamente entro il primo anno di corso. Lo studente potrà, in caso di esito negativo, sostenere la prova più volte durante l'intero anno. Coloro che non avranno assolto agli obblighi formativi non potranno sostenere ulteriori esami fino all'assolvimento del suddetto debito e subiranno un blocco delle prenotazioni agli esami (impossibilità di sostenere gli esami del secondo anno di corso).

Sono esonerati dalla verifica delle conoscenze in ingresso tutti gli studenti in possesso di esami convalidati per carriera accademica pregressa.

La verifica degli obiettivi formativi si basa sulle prove di accertamento, intermedie e finali, scritte e/o orali, degli insegnamenti e delle attività integrative nei quali si articola il piano di studi. Gli esami finali di accertamento degli esiti di apprendimento degli studenti e la discussione del lavoro di TESI sono svolti in PRESENZA DELLO STUDENTE davanti alla commissione costituita secondo la normativa vigente in materia.

La Laurea in Scienze della Comunicazione e Media Digitali si consegue previo superamento di una prova finale, che consiste nella presentazione e discussione di un elaborato scritto e/o di un prodotto multimediale, redatto sotto la supervisione di un docente, su una tematica pertinente al Corso di Laurea e su argomenti inerenti a una delle discipline previste dal piano degli studi.

Il corso prepara laureati in grado di operare nei diversi settori della comunicazione in ambito pubblico e privato presso istituzioni, associazioni, enti, aziende, editori, testate giornalistiche, agenzie creative di comunicazione e di organizzazione di eventi culturali, centri media, concessionarie pubblicitarie.

Infine, i laureati possono proseguire il loro percorso di studi accedendo a percorsi coerenti di Laurea Magistrale – secondo quanto previsto dai Regolamenti didattici per l'accesso alle lauree magistrali – e/o ai Master universitari di primo livello.

Operatore nell'ambito dell'industria creativa

funzione in un contesto di lavoro:

Il laureato collabora al raggiungimento degli obiettivi dell'azienda attraverso l'esecuzione e la formulazione e gestione di progetti di comunicazione mediata online e offline, attività di redazione di contenuto e attività di ricerca per giornali e riviste, case editrici, redazioni di programmi radio e televisivi (sia tradizionali sia online), organizzando e seguendo le attività connesse all'implementazione dei palinsesti e dei programmi radiotelevisivi ed alla produzione teatrale e cinematografica. Può svolgere attività di redazione di contenuti per il web. Può inoltre svolgere attività di analisi nell'ambito dei media e della comunicazione mediata e attività di progettazione e promozione in ambito culturale.

competenze associate alla funzione:

Il laureato ha competenze sulle forme culturali contemporanee, sulla storia e i linguaggi dei media e della comunicazione, nella gestione e analisi dei media tradizionali e social media. Ha inoltre capacità di analisi critica dei processi di comunicazione anche nelle loro componenti economiche e giuridiche. Ha infine competenze di problem solving e di lavoro di gruppo, oltre che competenze culturali e linguistiche, anche nelle lingue straniere.

sbocchi occupazionali:

Aziende che si occupano di produzione e promozione di contenuto per i media e le industrie creative e il web; aziende che si occupano di comunicazione nell'ambito delle attività di produzione e promozione artistica del patrimonio storico, culturale e ambientale; aziende cine-televisive, compagnie teatrali e radio: società di comunicazione ed in genere di consulenza creativo/strategica (le agenzie creative, digital e social), che si occupano di realizzazione e produzione (case di produzione audio, video, stampa, digital, etc.) e di pianificazione media, pubbliche relazioni, listening e social.

Operatore nella comunicazione d'azienda

funzione in un contesto di lavoro:

Il laureato collabora al raggiungimento degli obiettivi indicati dalla dirigenza attraverso lo svolgimento di attività di analisi ed elaborazione di progetti di comunicazione (interna ed esterna) d'azienda; può svolgere anche attività di comunicazione e pianificazione pubblicitaria online e offline attraverso i media e sul territorio; può svolgere infine attività di pubbliche relazioni con partner e clienti anche stranieri.

competenze associate alla funzione:

Il laureato ha competenze di marketing e pianificazione pubblicitaria sui media (tradizionali e digitali) e sul territorio; competenze relative all'organizzazione d'azienda, e alla comunicazione interpersonale; competenze e capacità di relazione con il pubblico e di problem solving; competenze culturali e linguistiche, anche nelle lingue straniere.

sbocchi occupazionali:

Agenzie di promozione e di pubblicità e uffici stampa; uffici comunicazione e marketing di aziende e enti; uffici del personale, uffici esteri e comunicazione in ambito extranazionale

Operatore nella comunicazione pubblica e istituzionale

funzione in un contesto di lavoro:

Il laureato collabora al raggiungimento degli obiettivi indicati dalla dirigenza e dall'amministrazione, svolgendo attività in materia di informazione all'utenza, campagne di sensibilizzazione e comunicazione sia on line sia offline, contribuendo alla promozione e illustrazione dei servizi, delle attività e dell'immagine dell'amministrazione.

competenze associate alla funzione:

Il laureato ha competenze culturali e linguistiche, anche nelle lingue straniere, psicologiche, organizzative; ha competenze di marketing e comunicazione sui media (tradizionali e digitali) e ha competenze e capacità di relazione di gruppo, con il pubblico e di problem solving.

sbocchi occupazionali:

Uffici di relazione con il pubblico di enti pubblici e privati

Il corso prepara alla professione di:

  1. Tecnici della pubblicità
  2. Tecnici delle pubbliche relazioni
  3. Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali
  4. Tecnici dell'organizzazione della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale