Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Economia delle istituzioni finanziarie internazionali
Docente
Prof. Arcelli Angelo Federico
Settore Scientifico Disciplinare
SECS-P/11
CFU
6
Descrizione dell'insegnamento

Il corso consiste in un approfondimento della storia, delle dinamiche di funzionamento e degli obiettivi istituzionali delle principali istituzioni finanziarie multilaterali operanti in Europa. Questo riguarderà sia le istituzioni focalizzate su sviluppo e coesione (BEI, FEI), sia quelle sorte su particolari istanze di natura storica e politica (BERS, Banca di Sviluppo del Consiglio d’Europa), sia le più recenti istituzioni focalizzate sulla stabilità finanziaria, l'ESM e la Banca Centrale Europea.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • ottenere dettagli panoramici sulle istituzioni finanziarie internazionali che operano in Europa;
  • acquisire maggiore consapevolezza circa le istituzioni multilaterali e circa il ruolo che esse esercitano nei confronti dei paesi membri delle stesse.
Prerequisiti

Il corso non ha propedeuticità obbligatorie, tuttavia è consigliato avere superato con profitto i principali corsi di economia e avere una conoscenza almeno generale della storia e del funzionamento delle Istituzioni europee, dato che viene data per acquisita la familiarità con l’architettura istituzionale europea.

Contenuti dell'insegnamento

Modulo 1: Introduzione al corso e principali istituzioni oggetto di approfondimento
Cosa sono le Istituzioni Finanziarie Multilaterali 
Le Istituzioni Finanziarie Multilaterali in Europa

Modulo 2: Le istituzioni finanziarie dell’Unione Europea focalizzate su convergenza e sviluppo della UE
La Banca europea per gli Investimenti
Il Fondo europeo per gli Investimenti
Le iniziative recenti (FESI)

Modulo 3: Le istituzioni basate in Europa ma non collegate alla UE
La Banca di Sviluppo del Consiglio di Europa
La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo

Modulo 4: Cenni sulle istituzioni europee volte alla stabilità finanziaria della UE e dell'Eurozona 
La Banca Centrale Europea
Il Meccanismo europeo di Stabilità

Al termine di ogni Modulo è prevista una batteria di test volti all'autoverifica dell’apprendimento.

Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L'esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta consiste in domande aperte sugli argomenti oggetto del programma.
La prova scritta ha la durata massima di 90 minuti.
La prova orale consiste in un colloquio sui temi oggetto del corso.

Libri di testo

E' obbligatorio lo studio delle lezioni realizzate dal Docente e dei materiali didattici pubblicati in piattaforma.

E' inoltre consigliata la lettura dei seguenti documenti e testi:

  • Arcelli M., “L'economia monetaria e la politica monetaria dell'Unione Europea”, riedizione a cura di E. Rossi ed altri, Cedam, Padova, 2007
  • Statuto della Banca europea per gli Investimenti
  • Statuto del Fondo europeo per gli Investimenti
  • Accordo istitutivo della Banca europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo
  • Statuto del Consiglio d’Europa
  • Statuto della Banca Centrale Europea
  • Trattato che istituisce il meccanismo europeo di stabilità
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (f.arcelli@unimarconi.it)