Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Meccanica teorica e applicata
Docente
Prof. Scappaticci Lorenzo
Settore Scientifico Disciplinare
ING-IND/13
CFU
12
Descrizione dell'insegnamento

Il corso in oggetto si prefigge di fissare i procedimenti fondamentali per l’analisi dei meccanismi, e di descrivere alcune catene e coppie cinematiche di uso corrente quali sistemi articolati, freni, frizioni, cinghie, giunti e ruote dentate. Particolare risalto verrà posto, accanto agli attuali metodi di verifica al computer, allo studio grafico dei meccanismi piani ed al calcolo vettoriale, con il duplice scopo di formare gli allievi alla risoluzione immediata di semplici casi ed a consolidare strumenti geometrici non più trattati da altre discipline ma propedeutici alla stessa. Successivamente tratta lo studio dinamico dei meccanismi, affrontato facendo ricorso alla Equazioni Cardinali della Dinamica in luogo delle Equazioni di Lagrange, per poter procedere alla determinazione delle azioni scambiate anche sul telaio. Il Corso si conclude con una introduzione alle problematiche della Meccanica delle Vibrazioni, ivi compresa una presentazione dei fondamenti di dinamica delle macchine rotanti.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • conoscere procedimenti fondamentali per l’analisi dei meccanismi e di descrivere alcune catene e coppie cinematiche di uso corrente quali sistemi articolati, freni, frizioni, cinghie, giunti e ruote dentate;
  • analizzare graficamente i meccanismi piani;
  • apprendere lo studio dinamico dei meccanismi, facendo ricorso alla Equazioni Cardinali della dinamica in luogo delle Equazioni di Lagrange;
  • determinare le azioni scambiate su un telaio.
Prerequisiti

Non sono richiesti requisiti specifici.

Contenuti dell'insegnamento

Introduzione. Generalità sulle macchine, le catene cinematiche, i meccanismi. Il problema della trasmissione del moto. Studio cinematico, statico e dinamico dei meccanismi. Metodo grafico e analitico per lo studio di meccanismi. Triangoli di vettori Lavori e Rendimenti. Meccanismi elementari. Sistemi articolati: quadrilatero articolato e manovellismo di spinta. Teorie dell’ attrito. Ipotesi di Reye. Meccanismi a freno e a frizione. Brevi cenni sulla lubrificazione. Meccanismi camma – punteria. Esercizi su meccanismo camma – punteria. Trasmissione del moto fra assi paralleli, incidenti e sghembi. Primitive del moto e ruote di frizione. Introduzione alle ruote dentate cilindriche ad evolvente. Tracciamento delle ruote dentate e normazione. Riepilogo generale sulle ruote dentate. Cenni su ruote dentate elicoidali, coniche, ipoidali. Rotismi ordinari. Rapporto di trasmissione. Cenni sui rotismi epicicloidali. Riduttore e differenziale. Giunto di Cardano. Trasmissione a doppio cardano. Meccanismi a organi flessibili. Funi e carrucole. Paranchi. Trasmissione con cinghie. Elementi di dinamica. Impiego delle equazioni cardinali nello studio dei meccanismi. Introduzione alle vibrazioni. Misura di vibrazioni. Vibrazioni libere e forzate di un sistema ad un grado di libertà. Smorzamento. Risonanza. Esempi e esercizi sulle vibrazioni. Cenni sui sistemi a più gradi di libertà. Isolamento delle vibrazioni. Introduzione alla dinamica dei rotori. Velocità critiche. Equilibratrici.

Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

Prova scritta e/o orale.

Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Dispense a cura del Docente disponibili in piattaforma
  • Funaioli – Maggiore – Meneghetti, Lezioni di meccanica applicata alle macchine, Volumi 1 e 2, Patron, Bologna
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (l.scappaticci@unimarconi.it)