Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Progettazione urbanistica
Docente
Prof. Carci Pier Luigi
Settore Scientifico Disciplinare
ICAR/20
CFU
6
Obiettivi formativi

Il corso avrà come finalità quella di consentire l’acquisizione dei principali strumenti e tecniche necessarie per la conoscenza delle realtà territoriali e urbane, per la lettura critica dei fenomeni evolutivi in atto ed indispensabili per la redazione del “progetto urbanistico”. Saranno inoltre forniti gli strumenti necessari per applicare le leggi nazionali e regionali per la progettazione e governo del territorio, nel rispetto della sostenibilità sociale, economica ed ambientale.

Particolare attenzione sarà indirizzata ai criteri d’individuazione e produzione della “qualità urbana”, direttamente connessa alla presenza di elementi di riconoscibilità (identità), alla qualità degli spazi pubblici di relazione e delle reti infrastrutturali, all’integrazione funzionale.

Risultati di apprendimento attesi

Le lezioni saranno mirate a trasmettere agli studenti i riferimenti culturali e le conoscenze di base sul processo di evoluzione storica degli insediamenti urbani e dell’assetto del territorio, della normativa, degli strumenti urbanistici e delle tecniche urbanistiche per consentire agli stessi di elaborare i criteri di analisi e la valutazione che sono alla base di ogni progetto urbanistico. Inoltre verranno esplicitati gli aspetti pratici ed applicativi del metodo per l’elaborazione dei passaggi conoscitivi, valutativi ed interpretativi finalizzati alla costruzione del progetto urbanistico.

Nella prima fase del corso (Modulo I) le tematiche interesseranno lo studio di alcuni passaggi fondamentali nella storia dell’urbanistica moderna, per arrivare alla definizione del concetto di progettazione urbanistica.

I principali obiettivi del modulo sono:

  • conoscere i processi compiuti nel passato per ragionare sulle trasformazioni di oggi;
  • comprendere i problemi relativi ai centri storici per il loro adeguamento in funzione della città nuova.

Successivamente (Modulo II) saranno illustrate le principali tecniche di composizione e di analisi urbanistiche oltre al quadro normativo di riferimento ed alla strumentazione urbanistica. Si introdurrà il concetto di progetto di città con l’analisi delle trasformazioni dalla città storica a quella nuova. Seguirà l’illustrazione della normativa e della strumentazione utilizzata per il governo del territorio e la progettazione urbanistica. In particolare sarà analizzata la progettazione di piani attuativi, programmi urbanistici, standard urbanistici).

I principali obiettivi del modulo sono:

  • saper leggere i modelli di composizione della città per interpretare le problematiche connesse alle trasformazioni attraverso lo studio dei piani urbanistici di riferimento;
  • comprendere le differenze concrete tra progetto urbanistico e progetto urbano al fine di fornire allo studente gli strumenti idonei per operare correttamente nella città e nel territorio;
  • classificare i criteri generali e le prescrizioni cui si informerà la progettazione urbanistica di un luogo.

Seguirà (Modulo III) l’illustrazione delle varie fasi che portano alla definizione del progetto urbano attraverso le regole e gli elementi caratterizzanti.

I principali obiettivi del modulo sono:

  • conoscere gli aspetti teorici, metodologici, della pianificazione e della progettazione urbanistica;
  • definire i criteri generali e le prescrizioni cui si informerà la progettazione urbanistica di un luogo;
  • comprendere il ruolo funzionale e strutturante degli “spazi aperti” e la loro capacità di rappresentare l’immagine collettiva della città e di accoglierne le espressioni individuali.

Infine nella quarta ed ultima fase, (Modulo IV) saranno affrontati gli approfondimenti necessari per l’elaborazione di una esperienza progettuale sia riferita al piano attuativo che al progetto urbano. Una carrellata di esperienze significative di progetti urbani concluderà quest’ultima fase.

I principali obiettivi del modulo sono:

  • conoscere le leggi e i decreti di riferimento in materia urbanistica;
  • conoscere gli aspetti teorici, metodologici, istituzionali e normativi della pianificazione e della progettazione urbanistica;
  • acquisire la capacità di interpretare il contesto;
  • imparare a redigere gli elaborati relativi ai diversi momenti del processo di costruzione di un progetto a scala di quadrante urbano;
  • capire come rappresentare in maniera graficamente sintetica e significativa i propri ragionamenti e gli esiti del proprio lavoro.
Prerequisiti

Esame di Tecnica urbanistica.

Programma del corso

MODULO I : Introduzione e scenario disciplinare

  • Introduzione al corso: obiettivi e finalità dell’insegnamento
  • Illustrazione del programma
  • Collocamento della materia nel piano di studi
  • Finalità dell’insegnamento
  • La progettazione urbanistica
  • Nascita del concetto di progettazione urbanistica
  • Organizzazione urbanistica della città: centro storico, periferie, quartieri
  • La pianificazione locale tra innovazione e tradizione
  • Composizione della città vecchia e della città nuova
  • I centri storici
  • L’evoluzione degli strumenti di pianificazione

MODULO II : Tecniche di composizione

  • La composizione della città nell’espansione moderna
  • Dalla città moderna alla città contemporanea
  • I piani urbanistici di riferimento
  • Il piano attuativo ed il progetto urbano
  • Il progetto urbano nella pianificazione tradizionale
  • Il progetto urbano nella pianificazione di nuova generazione
  • La “costruzione” del progetto urbano
  • La progettazione urbanistica
  • Il piano attuativo ed il progetto urbano: le differenze

MODULO III : Il disegno del progetto urbano

  • Gli schemi e le regole
  • Il principio insediativo
  • Lo schema direttore
  • Il comparto edificatorio
  • Gli elementi caratterizzanti
  • Gli spazi aperti
  • Il verde
  • I “materiali” urbani
  • La piazza
  • La strada
  • I parcheggi

MODULO IV : L’elaborazione di una esperienza progettuale

  • Criteri e metodi per l’elaborazione del piano urbanistico attuativo
  • La disciplina di piano: zone omogenee, tessuti urbanistici, standard, indici e zonizzazione, densità edilizia ed abitativa
  • Criteri e metodi per l’elaborazione del progetto urbano
  • La costruzione del metodo di progettazione
  • Esempi di progetti urbani
  • Rigenerazione urbana: Tor Bella Monaca – Roma
  • Riqualificazione urbana: Insediamento S. Giulia – Milano
  • Rigenerazione urbana: Bagnoli Area ex ILVA - Napoli
  • Centralità urbana: Acilia – Roma
  • I progetti urbani a Milano (Porta Nuova – Portello – Bicocca – Nuovo Polo Fiera)
  • Due esempi di progetto urbano di ampia trasformazione della città: Roma: progetto urbano Ostiense per l’insediamento dell’Università Roma Tre Torino: Il nodo ferroviario ed il progetto urbano “le Spine”
Libri di testo

Oltre alle lezioni e alle dispense realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio del seguente testo:

  • P. L. Carci, La qualificazione urbana dal piano al progetto, Gangemi Editore, Roma, 2004

Ulteriori testi consigliati:

  • P. Gabellini, Fare urbanistica, ed. Carocci, Roma, 2010
  • M. Talia, La pianificazione del territorio, Il Sole 24ORE, 2003
  • R. Wallach, La strada. Elemento costitutivo della qualità urbana, Gangemi Editore, Roma, 2001
  • R. Wallach, Il bisogno di città: Strumenti e metodi per la costruzione della qualità urbana, ed. Kappa, Roma, 2005
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.

La prova scritta consiste in sei domande a risposta aperta più test a risposta multipla e ha una durata massima di 120 minuti.

La prova orale consiste in un colloquio finalizzato alla valutazione dell’apprendimento conseguito.

Didattica erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
Didattica interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (p.carci@unimarconi.it)