Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Calcolo automatico delle strutture
Docente
Prof. De Giorgi Mario
Settore Scientifico Disciplinare
ICAR/09
CFU
6
Obiettivi formativi

Il corso fornisce nella maniera più sintetica e completa possibile i temi fondamentali dell’Ingegneria Strutturale. A partire dallo studio della meccanica dei solidi linearmente elastici si passerà alla formulazione matriciale, importante per i riscontri tramite applicazioni numeriche. Successivamente si approfondirà il discorso relativo al metodo degli elementi finiti e, tramite qualche esempio di utilizzazione di codici di calcolo automatico, verranno analizzati alcuni esempi legati a calcoli di strutture. In questo modo sarà possibile capire appieno il passaggio dalla parte più teorica, legata ad equazioni costitutive e matrici, ai risultati finali dell’oggetto in esame, e tutto ciò tramite l’ausilio di quella metodologia che prende il nome di calcolo agli elementi finiti.

Risultati di apprendimento attesi

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • apprendere la teoria della meccanica dei solidi;
  • acquisire capacità pratiche di calcolo;
  • conoscere le equazioni costitutive e matrici;
  • applicare la metodologia di calcolo agli elementi finiti.
Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti. È importante in ogni caso capire cosa è e come lavora un calcolatore elettronico (nozioni base).

Programma del corso
  • Introduzione al concetto di simulazione
  • Introduzione: metodo delle differenze finite e metodo degli elementi finiti
  • Discretizzazione del dominio
  • Generazione delle equazioni agli elementi finiti
  • Risoluzione del sistema di equazioni algebriche lineari Introduzione al concetto di mesh Preparazione CAD
  • Meshatura 2D e 3D
  • Esempi di utilizzazione di codici di calcolo automatico
  • Setup, template e materiali
  • Condizioni al contorno
  • Solver
  • Analisi dei risultati
  • Esempio di analisi lineare
  • Esempi su sistemi di travi
  • Esempi su solidi elastici
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio del seguente testo:

  • Carpinteri A., Calcolo automatico delle strutture, Pitagora Editrice, Bologna, 1997
Criteri di valutazione

Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.

Modalità della prova finale

L’esame si svolge in forma scritta. La prova scritta consiste nella risposta a 2 domande aperte riguardanti i concetti e gli argomenti trattati nell’intero corso. La prova ha una durata massima di 120 minuti.

Didattica erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
Didattica interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (m.degiorgi@unimarconi.it)