Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Sperimentazione, collaudo e controllo strutture
Docente
Prof. Grande Ernesto
Settore Scientifico Disciplinare
ICAR/09
CFU
6
Obiettivi formativi

Questo corso intende fornire informazioni più che dettagliate agli studenti di ingegneria civile per ciò che riguarda la sperimentazione, il collaudo ed il controllo di tutti quegli elementi che sono fondamentali per le costruzioni edili. Nell’ambito dell’ingegneria civile infatti è estremamente importante conoscere le normative che regolano, a livello nazionale ed europeo, le caratteristiche fondamentali, ed anche quelle accessorie, legate ad elementi quali cemento, calcestruzzo, armature, murature, ecc. Questo corso parte proprio con la descrizione delle principali caratteristiche dei materiali utilizzati nelle costruzioni dell’ingegneria civile per poi passare ai metodi alla base della diagnostica strutturale (metodi meccanici e metodi basati sugli ultrasuoni), alla descrizione delle tecniche alla base del monitoraggio statico e dinamico delle strutture, per poi concludere con il collaudo delle strutture (metodi e ruolo del collaudatore).

Risultati di apprendimento attesi

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • acquisire le nozioni fondamentali della sperimentazione, del collaudo e del controllo delle strutture;
  • apprendere le caratteristiche dei materiali con i quali sono realizzate le costruzioni edili;
  • conoscere le prove da effettuare per determinarne la resistenza e le altre caratteristiche;
  • applicare la normativa nazionale ed europea.
Prerequisiti

Non sono richiesti requisiti specifici.

Programma del corso
  • I componenti del calcestruzzo
  • Altri componenti del calcestruzzo
  • Il conglomerato cementizio
  • Prove di resistenza del calcestruzzo
  • Normativa sulla durabilità
  • Deformazioni dipendenti dal tempo
  • L’acciaio
  • La fatica
  • Acciai da cemento armato ordinario
  • Acciai per cemento armato precompresso
  • La muratura: materiale e prove sperimentali
  • Il monitoraggio strutturale
  • Diagnostica Strutturale: metodi meccanici e metodi basati sugli ultrasuoni
  • Il Collaudo statico e il ruolo delle indagini
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • B. De Nicolo, Materiali da costruzione. Sperimentazione e normativa. Calcestruzzo allo stato fresco e indurito. Acciaio da cemento armato normale, precompresso e da carpenteria, Franco Angeli editore, 2004
  • Bruno Barbarito – Collaudo e risanamento delle strutture UTET (1993)

Testo di approfondimento:

  • L. Baruchello, G. Assenza, Diagnosi dei dissesti e consolidamento delle costruzioni, DEI editore, 2004
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L’esame si svolge in forma scritta.

La prova ha una durata massima di 120 minuti.

Didattica erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
Didattica interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (e.grande@unimarconi.it)