Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Tecnologie dell'istruzione e dell'apprendimento
Docente
Prof. Morreale Domenico
Settore Scientifico Disciplinare
M-PED/03
CFU
06
Descrizione dell'insegnamento

La finalità del corso è di fornire gli elementi atti a comprendere il contributo che le tecnologie possono offrire alla realizzazione del processo educativo. Dopo aver analizzato, in una prospettiva storica le teorie e le tecniche che hanno caratterizzato le diverse generazioni della formazione a distanza, ci si concentra sugli ambienti e gli strumenti tecnologici (dal computer alle piattaforme online, dal web ai social media) in funzione del loro utilizzo didattico. Il corso approfondisce i temi e le strategie dell'instructional design per l’e-learning: i modelli didattici, le fasi della progettazione di un corso (analisi dell’utenza, degli obiettivi, dei contenuti, dell’infrastruttura), le strategie di interazione, il ruolo dell'instructional designer e del tutor. Sono dunque analizzate le strategie didattiche per la rete: dalla lezione euristica alla simulazione, dal role playing all'apprendimento collaborativo. Il corso offre infine un approfondimento su campi applicativi specifici, in cui le tecnologie dell’istruzione e dell’apprendimento entrano in modo significativo all'interno di processi gestionali e formativi. L’introduzione della LIM nelle scuole dell’obbligo. L’utilizzo didattico dei giochi. Le tecnologie per il supporto di problemi specifici dell’apprendimento. Le tecnologie e le tecniche per la gestione della conoscenza in contesti di impresa.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

1.      Conoscenza e comprensione
  • Discutere criticamente la storia e le tecnologie della formazione a distanza, dell’e-learning e dell’online learning;
  • Presentare ed argomentare le potenzialità didattiche delle tecnologie digitali e degli ambienti online, inclusi i social network e i dispositivi mobili, quali smartphone, tablet e phablet;
  • Discutere criticamente le principali metodologie, tecniche e strategie didattiche per l’e-learning;
  • Analizzare le dinamiche di apprendimento informale nel contesto dei social media e dei gruppi di affinità;
  • Individuare le tecnologie didattiche più efficaci per i bisogni educativi speciali;
  • Presentare le più recenti tecnologie scolastiche e le modalità d’uso della Lavagna Interattiva Multimediale;
Discutere criticamente il rapporto tra videogiochi e apprendimento, identificando gli elementi motivazionali e identitari che possono essere mutuati dal gioco e inseriti in contesti di apprendimento formale o non formale.

2.      Capacità di applicare conoscenze e comprensione
  • Applicare modelli didattici all'interno delle diverse fasi della progettazione di un corso, dall'analisi dell’utenza, degli obiettivi e dei contenuti alla scelta dell’infrastruttura, delle strategie di interazione, delle tecnologie;
  • Applicare correttamente i principi della multimedialità nel contesto della comunicazione didattica.
3.      Competenze trasversali
L'insegnamento contribuisce a favorire negli studenti le abilità comunicative, l’autonomia di giudizio e le capacità di apprendimento, grazie alla presenza delle attività di didattica interattiva orientate al confronto, alla discussione e all'approfondimento in modalità sincrona.
Prerequisiti

Non sono richiesti requisiti specifici.

Contenuti dell'insegnamento

Modulo I: Le tecnologie dell’istruzione e dell’apprendimento

  • Distance Learning: storia e definizioni
  • Tecnologie didattiche I: il computer e i media digitali
  • Tecnologie didattiche II: la Rete e il Web
  • Tecnologie didattiche III: il web 2.0 e i social media
  • Tecnologie didattiche IV: media digitali e pratiche di produzione dei contenuti online

Modulo II: E-learning e online learning

  • Comunicazione mediata dal computer e instructional design
  • E-learning
  • Modelli e strategie didattiche
  • Multimedialità e comunicazione didattica
  • Social media e apprendimento informale

Modulo III: Tecnologie dell´istruzione e dell´apprendimento: contesti applicativi

  • Scuola e tecnologie didattiche: la scuola digitale e la LIM
  • Tecnologie didattiche e difficoltà di apprendimento
  • E-learning, organizzazioni e comunità di pratica
  • Videogiochi e principi dell’apprendimento
Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
In particolare le videolezioni dedicate ai principi di multimedialità didattica e alla progettazione didattica hanno un taglio pratico in modo da favorire, anche attraverso esercitazioni individuali, l'acquisizione delle competenze relative all'applicazione di modelli didattici all'interno delle diverse fasi della progettazione di un corso e all'applicazione dei principi di multimedialità nel contesto della comunicazione didattica.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.

In particolare durante le e-tivity gli studenti potranno partecipare a sessioni didattiche in sincrono in cui verranno discusse le criticità emerse in relazione alla comprensione dei temi del corso (eventuali criticità evidenziate dai risultati delle esercitazioni) e verranno forniti feedback formativi.
Modalità di verifica dell'apprendimento
L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.

La prova scritta consiste in tre domande aperte. Le domande aperte riguardano gli argomenti affrontati nelle videolezioni e nei libri di testo. Lo studente dovrà argomentare in modo adeguato le risposte, circoscrivendo gli argomenti in base alla domanda posta.
La prova ha una durata massima di 90 minuti.

La prova orale consiste in una discussione relativa agli argomenti trattati nel corso al fine di verificarne la comprensione.
La prova orale ha una durata media di 20/30 minuti.

Nella prova, sia in forma scritta che in forma orale, verrà valutata la conoscenza approfondita dei contenuti della disciplina e delle metodologie illustrate nelle lezioni, nonchè la capacità di utilizzare in modo appropriato il lessico riconducibile alla disciplina e di esporre adeguatamente le conoscenze apprese.

Nell'attribuzione di giudizio si terrà conto della capacità dello studente di calarsi in situazioni concrete e di identificare le applicazioni appropriate delle conoscenze apprese, ad esempio attraverso la proposta di analisi di case history in cui allo studente è richiesto di prendere decisioni sulla base delle informazioni rese disponibili. Non sono previste prove in itinere che contribuiscano al giuzidio finale.

La prova potrà includere domande volte a verificare la capacità acquisita dallo studente di applicare modelli didattici all'interno delle diverse fasi della progettazione di un corso, dall'analisi dell’utenza, degli obiettivi e dei contenuti alla scelta dell’infrastruttura, delle strategie di interazione, delle tecnologie; ad esempio si potrà richiedere allo studente di simulare la progettazione di un corso online e di organizzarne le risorse. Al fine di verificare la capacità di applicare le conoscenze relative alle tecnologie didattiche per i bisogni educativi speciali, la prova potrà includere domande che attivino il problem solving partendo da scenari che richiedano agli studenti di selezionare le tecnologie più efficaci in relazione al contesto presentato. In tal senso di verificherà anche la capacità di applicare correttamente i principi della multimedialità nel contesto della comunicazione didattica, ad esempio attraverso la simulazione di un progetto di organizzazione di un contenuto multimediale didattico.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Gee J.P., Come un videogioco. Insegnare e apprendere nella scuola digitale, Milano, Raffaello Cortina, 2013
  • Bonaiuti G., Calvani A., Menichetti L., Vivanet G., Le tecnologie educative, Roma, Carocci, 2017

Testi di approfondimento

  • Bonaiuti G., E-learning 2.0. Il futuro dell´apprendimento in rete, tra formale e informale, Trento, Erickson, 2006
  • Calvani A., Rotta M., Fare formazione in Internet. Manuale di didattica online, Trento, Erickson, 2000
  • Ranieri M., E-Learning: modelli e strategie didattiche, Trento, Erickson, 2005
  • Scotti E., Sica R., Lavorare sulle community informali nelle organizzazioni, Milano, Apogeo, 2007
  • Tanoni I., Foglia E., Teso R., Nuove tecnologie e scuola di base, Roma, Carocci, 2001
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (d.morreale@unimarconi.it)