Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Storia della filosofia moderna
Docente
Prof. Valentini Tommaso
Settore Scientifico Disciplinare
M-FIL/06
CFU
12
Descrizione dell'insegnamento

Il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti fondamentali per poter comprendere le più rilevanti elaborazioni speculative della modernità. Esso si suddivide in due parti, distinte ma tra loro strettamente connesse.
Nella prima serie di lezioni vengono analizzate le principali componenti storiche e filosofiche che hanno caratterizzato l’età moderna: tra queste la rivoluzione scientifica, la fine dell’unità religiosa dell’Europa, la nascita di un nuovo modello di Stato e di organizzazione politica. Particolare attenzione viene data all'interpretazione della modernità e dell’illuminismo data dallo storico Reinhart Koselleck.
La seconda serie di lezioni si incentra sulla problematica della costituzione dello Stato in Hegel. Lo Stato moderno - e quello prussiano in particolare - viene visto da Hegel come la piena realizzazione dello Spirito (Geist) che si incarna nella storia. Le lezioni saranno quindi dedicate all'analisi di quella parte del sistema definita dall'autore come “filosofia dello Spirito oggettivo”: i testi da noi commentati saranno tratti in gran parte dalle due fondamentali opere di Hegel dal titolo Enciclopedia delle scienze filosofiche in compendio (I edizione 1817) e Lineamenti di filosofia del diritto (I edizione 1821). I testi hegeliani saranno letti e commentati anche seguendo le linee interpretative proposte dal filosofo canadese Charles Taylor: quest’ultimo ha cercato di far emergere l’attualità del pensiero etico-politico di Hegel e la sua essenziale dimensione comunitaria. Nella prospettiva hegeliana Taylor individua un modello di riflessione nel quale l’individuo e lo Stato - ossia la soggettività e la comunità - non sono astrattamente contrapposti ma costituiscono due polarità dialetticamente correlate: gli scritti di Hegel - ad avviso di Taylor - sono ancora oggi attuali sia per i problemi che essi pongono che per il paradigma comunitario che essi delineano, un paradigma secondo il quale la piena realizzazione dell’individuo e delle sue potenzialità si può attuare solo all'interno di una comunità politica. Nelle lezioni viene data particolare attenzione alla spiegazione del lessico filosofico che ha caratterizzato la modernità ed il pensiero classico tedesco (da Leibniz ad Hegel), un pensiero che trova in Hegel il suo pieno compimento e - forse - la sua più matura elaborazione all'interno di un sistema; il corso cercherà quindi di fornire gli strumenti metodologici adeguati per poter comprendere ed interpretare i testi fondamentali degli autori trattati, anche facendo riferimento alla loro edizione in lingua originale.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • Orientarsi nelle principali correnti filosofiche che hanno caratterizzato la modernità (razionalismo, empirismo, filosofia trascendentale, idealismo, ecc.), comprendendo la loro genesi storica e i loro sviluppi speculativi;
  • Conoscere i testi fondamentali del pensiero moderno e le loro più significative interpretazioni, facendo anche riferimento ai più recenti sviluppi del dibattito storiografico;
  • Utilizzare un lessico filosofico appropriato;
  • Sviluppare una capacità critica ed argomentativa;
  • Saper scrivere un paper scientifico concernente un testo, un autore o una tematica della filosofia moderna, utilizzando e citando una adeguata bibliografia (primaria e secondaria).
Prerequisiti

Non sono previsti requisiti specifici. Tuttavia, prima di iniziare lo studio della disciplina, si consiglia l’approfondimento della “storia moderna”: quest’ultima costituisce il background nel quale si inseriscono tutti gli autori e le correnti filosofiche che hanno caratterizzato la modernità. Durante lo studio della disciplina si consiglia l’utilizzo di un buon dizionario filosofico utile ad una corretta comprensione del lessico e dei concetti che caratterizzano la filosofia moderna nei suoi molteplici sviluppi; in particolare, lo studente può far riferimento alla Enciclopedia filosofica (in 12 volumi, Bompiani, Milano, 2006) o alla Stanford Encyclopedia of Philosophy (pubblicata a cura della Stanford University e disponibile anche on line).

Contenuti dell'insegnamento
  • L’immagine moderna dell’uomo e della natura. Dal naturalismo rinascimentale alla nascita del metodo scientifico moderno (Galileo Galilei e Francis Bacon)
  • La riforma protestante e la fine dell’unità religiosa dell’Europa. Kant ed Hegel “filosofi del protestantesimo”
  • La nascita della “scienza politica moderna”: esempi di contrattualismo (Thomas Hobbes e John Locke)
  • La fondazione del conoscere nelle Meditationes de prima philosophia di Cartesio. Reinhard Lauth interprete di Descartes
  • Razionalismo ed empirismo: le matrici filosofiche dell’illuminismo europeo
  • David Hume e l’illuminismo inglese
  • Deus sive Natura: Spinoza e lo spinozismo nella cultura dell’Europa moderna Illuminismo e società borghese. Gli studi storico-politici di Reinhart Koselleck
  • Il “contratto sociale” di Jean-Jacques Rousseau: “ottimismo antropologico”, “pessimismo storico”. Hegel lettore e critico di Rousseau
  • Ernst Cassirer e la “filosofia della storia” nell’età dell’illuminismo: un itinerario da Herder ad Hegel
  • Kant e la fondazione della “filosofia trascendentale”. La critica di Hegel a Kant
  • La dimensione etico-politica della “filosofia trascendentale” di J.G. Fichte. Fichte ed Hegel a confronto
  • L’idealismo trascendentale di Schelling: Naturphilosophie ed estetica
  • Grecità, ebraismo e cristianesimo negli “Scritti teologici giovanili” (Theologische Jugendschriften) di Hegel
  • Il sistema hegeliano come compimento della modernità. Dialettica ed Aufhebung
  • Lo Spirito oggettivo: diritto, eticità e costituzione dello Stato
  • Individuo, comunità e Stato in Hegel: Charles Taylor lettore ed interprete dei Lineamenti di filosofia del diritto (1821)
  • Lo “Spirito assoluto” e il compimento del sistema hegeliano
  • Friedrich Heinrich Jacobi: l’idealismo come “spinozismo rovesciato” e come “nichilismo”
  • Jean-François Lyotard: il postmoderno come dissoluzione dell’hegelismo e dei “metaracconti” caratterizzanti la modernità
Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.

La prova scritta consiste in quattro domande aperte. Le domande aperte vertono sugli argomenti specifici del corso: viene richiesto allo studente di rispondere alle domande analizzando gli argomenti richiesti con perizia filologica e capacità critico-argomentativa. Nelle risposte è sempre molto importante fare puntuali riferimenti ai testi classici della filosofia moderna trattati nel corso (come, ad esempio, il Contratto sociale di Rousseau o la Critica della ragion pura di Kant), ai loro principali interpreti e alla bibliografia secondaria indicata dal docente al termine di ogni lezione e nelle dispense presenti in piattaforma.
La prova ha una durata massima di 90 minuti.

La prova orale consiste in una discussione relativa a quattro argomenti trattati nel corso al fine di verificarne la comprensione.
La prova orale ha una durata media di 20/30 minuti.

Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio di un testo a scelta tra i seguenti:

  • N. Abbagnano, G. Fornero, Il nuovo Protagonisti e testi della filosofia, Volume secondo, Dall'Umanesimo a Hegel, Paravia, Torino, 2007
  • D. Antiseri, G. Reale, Il pensiero occidentale dalle origini ad oggi, Volume secondo, L’età moderna, Editrice La Scuola, Brescia, 2013
  • M. Mori, Storia della filosofia moderna, Laterza, Roma-Bari, 2009
  • C. Esposito, P. Porro, Filosofia moderna, Laterza, Roma-Bari, 2010
  • A. Kenny, Nuova storia della filosofia occidentale, Volume III, Filosofia moderna, tr. it. e cura di G. Garelli, Einaudi, Torino, 2013

È obbligatorio inoltre lo studio dei seguenti testi per il corso monografico:

  • R. Koselleck, Critica illuministica e crisi della società borghese, [edizione originale 1959], trad. ital. di G. Panzieri, Il Mulino, Bologna, 1972, 1994
  • C. Taylor, Il disagio della modernità, Laterza, Roma-Bari, 2006
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (t.valentini@unimarconi.it)