Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Sociologia delle relazioni internazionali
Docente
Prof. Serio Maurizio
Settore Scientifico Disciplinare
SPS/11
CFU
12
Obiettivi formativi

Il corso è dedicato allo studio del comportamento delle democrazie in politica estera, attraverso l´approfondimento di costanti e variabili osservati nella prospettiva delle maggiori scuole di relazioni internazionali, in particolare di quella realista e di quella liberale. A ciò si unisce lo studio comparato di casi nazionali, nella prospettiva inaugurata da Angelo Panebianco: i diversi “dilemmi” che Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Italia hanno dovuto fronteggiare a partire dalla fine della seconda guerra mondiale segnano alcune somiglianze così come importanti differenze.
Vengono quindi considerate le sfide che le democrazie occidentali hanno affrontato in seguito al crollo dell’Urss e alla fine del bipolarismo e le incognite manifestatesi nell´ultimo quarto di secolo e legate al futuro dell´integrazione europea, all’affermarsi dei processi di globalizzazione, alla riscoperta della rilevanza del fenomeno religioso nelle arene del confronto internazionale. L´analisi del dibattito teorico che ha attraversato queste stagioni si accompagna ad una disamina delle categorie fondamentali di comprensione dell´azione dei diversi attori sulla scena globale.
Una particolare attenzione è data allo strutturarsi degli spazi politici dall´antichità ai giorni nostri, e al progressivo svuotamento del ruolo e delle funzioni degli Stati nazione, accanto all´emergere di logiche sovranazionali, macroregionali e multilaterali di governance degli affari internazionali.

Risultati di apprendimento attesi

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • spiegare gli aspetti attraverso i quali la democrazia agisce sulla scena internazionale e si differenzia dagli altri regimi politici;
  • valutare la rilevanza delle opportunità e dei vincoli, esogeni o endogeni che siano, all´azione di politica estera degli Stati;
  • inquadrare entro precisi schemi teorici le dinamiche di conservazione e trasformazione del sistema politico internazionale;
  • comprendere e comparare i comportamenti di politica internazionale assunti da quattro modelli di democrazie contemporanee: Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Italia;
  • approfondire la natura del mutamento internazionale dalla seconda metà del Novecento ai giorni nostri;
  • esporre una dettagliata analisi delle ragioni a favore e contro la globalizzazione in settori chiave della politica nazionale ed internazionale;
  • comprendere la natura transeunte, benché ancora assai significativa, della forma Stato nell´organizzazione del potere delle nostre società.
Prerequisiti

Prima di iniziare lo studio di Sociologia delle relazioni internazionali, è fortemente consigliato agli studenti, qualora previsto dal proprio piano di studio, di sostenere l'esame di:

  • Storia delle relazioni internazionali

Tali conoscenze rappresentano un prerequisito importante per lo studente che voglia superare il corso con profitto.

Programma del corso

Gli argomenti trattati sono i seguenti:

  • Realismo e liberalismo a confronto
  • Anarchia internazionale, ruolo dello Stato e importanza del fattore economico-commerciale
  • Opinione pubblica e politica estera
  • I rapporti tra democrazia e guerra
  • Vincoli e opportunità all´azione degli Stati in politica estera
  • Le grandi democrazie occidentali davanti ai dilemmi della politica estera
  • Il caso di USA, Gran Bretagna, Francia e Italia
  • La fine della guerra fredda, tra scontro della civiltà e fine della storia
  • Il dibattito sulla natura del sistema internazionale: post-bipolarismo, unipolarismo, multipolarismo
  • Le interpretazioni dell´insicurezza globale dopo l´11 settembre
  • Globalismo/Antiglobalismo
  • Gli spazi politici dall´antichità ai giorni nostri
  • Il ritorno delle religioni sulla scena internazionale
  • Il paradigma dell´internazionalismo liberale come risposta istituzionale al cambiamento globale
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Mazzei F., Relazioni internazionali, Egea, Milano, seconda edizione, 2016;
  • Lenzi G., Internazionalismo liberale. Attori e scenari del mondo globale, Rubbettino, Soveria Mannelli, 2014;
  • Graziano M., Guerra santa e santa alleanza. Religioni e disordine internazionale nel XXI secolo, il Mulino, Bologna 2014 [Esclusi i capitoli IX (pp. 163-186) e XIV (pp. 257-284)].
Criteri di valutazione

Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.

Modalità della prova finale

L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta consiste in quattro domande a risposta aperta. Le domande a risposta aperta possono riguardare argomenti specifici del corso (lezioni e libri di testo) e viene richiesto allo studente di motivare in modo adeguato le risposte, esponendo in dettaglio gli argomenti richiesti. È indispensabile rispondere in modo puntuale alla domanda posta circoscrivendo gli argomenti richiesti. La prova ha una durata massima di 90 minuti.
La prova orale consiste in una discussione relativa agli argomenti trattati nelle lezioni e nei libri di testo.

Didattica erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
Didattica interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (m.serio@unimarconi.it)