Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Programmazione economica
Docente
Prof. Bagarani Massimo
Settore Scientifico Disciplinare
SECS-P/02
CFU
12
Obiettivi formativi

Il corso mira ad analizzare le modalità e le tecniche di programmazione economica, con riferimento al contesto comunitario e nazionale, in particolare attraverso la valutazione dell’esperienza di programmazione economica italiana a partire dagli anni ’50. Il corso illustra in particolare i riferimenti normativi, comunitari e nazionali, che regolano ad oggi la programmazione economico-finanziaria in Italia.

Risultati di apprendimento attesi

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • analizzare principi e teorie di programmazione economica;
  • conoscere i riferimenti normativi, comunitari e nazionali, che regolano la programmazione economico-finanziaria;
  • approfondire la valutazione dell’esperienza di programmazione economico-finanziaria italiana.
Prerequisiti

Al fine di comprendere e saper applicare la maggior parte delle tecniche descritte nell'insegnamento, prima di iniziare lo studio della disciplina, si consiglia agli studenti di sostenere l'esame di Politica economica.

Programma del corso

Sviluppo economico e programmazione economica

Programmazione nazionale e regionale

Le fasi della programmazione economica

Le tecniche di programmazione

La programmazione europea

Il concetto di regione e le teorie dello sviluppo

L’evoluzione dell’economia

Le fasi dello sviluppo economico italiano: i modelli degli anni ‘50

Le fasi dello sviluppo economico italiano: i modelli dualistici

I piani di programmazione degli anni ‘50 e ‘60

I piani di programmazione degli anni ‘70 e ‘80

Programmazione economica oggi

Programmazione economica e regionalismo economico

Gli strumenti della programmazione economica europea

Programmazione economica e benessere sociale

La programmazione economico-finanziaria nel contesto della nuova governance economica europea

Analisi della politica di spesa (Cap. 2 del volume Stiglitz, Joseph E. Economia del settore pubblico (Vol.2). Spese e imposte)

Analisi costi-benefici (Cap. 3 del volume Stiglitz, Joseph E. Economia del settore pubblico (Vol.2). Spese e imposte)

Sanità (Cap. 4 del volume Stiglitz, Joseph E. Economia del settore pubblico (Vol.2). Spese e imposte)

Sicurezza sociale (Cap. 5 del volume Stiglitz, Joseph E. Economia del settore pubblico (Vol.2). Spese e imposte)

Assistenza e ridistribuzione del reddito (Cap. 6 del volume Stiglitz, Joseph E. Economia del settore pubblico (Vol.2). Spese e imposte)

Istruzione (Cap. 7 del volume Stiglitz, Joseph E. Economia del settore pubblico (Vol.2). Spese e imposte)

Le riforme fiscali (Cap. 10 del volume Stiglitz, Joseph E. Economia del settore pubblico (Vol.2). Spese e imposte)

Il federalismo fiscale (Cap. 11 del volume Stiglitz, Joseph E. Economia del settore pubblico (Vol.2). Spese e imposte)


Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio del seguente testo:

  • Stiglitz J.E., Economia del settore pubblico (Vol.2). Spese e imposte. Hoepli, Milano, Seconda Edizione (capitoli: 2-3-4-5-6-7-10-11).

Testi di approfondimento:

  • Rangone N., Le programmazioni economiche. L’intervento pubblico tra piani e regole. Il Mulino, Bologna, 2007.
  • Valleri M.A. e Caragnano S. Appunti teorici e pratici di programmazione locale e regionale. FrancoAngeli, Milano, 2007.
Criteri di valutazione

Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d'esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell'art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.

Modalità della prova finale

L'esame si svolge in forma scritta e/o orale.

La prova scritta consiste in domande aperte sugli argomenti indicati nel programma.

La prova scritta ha la durata massima di 90 minuti.

La prova orale consiste in un colloquio con domande sugli argomenti oggetto del corso.

Didattica erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
Didattica interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (m.bagarani@unimarconi.it)