Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Storia delle relazioni internazionali
Docente
Prof. Cricco Massimiliano
Settore Scientifico Disciplinare
SPS/06
CFU
06
Obiettivi formativi

L’insegnamento si pone l’obiettivo di fornire allo studente una visione generale della Storia delle relazioni internazionali del XX secolo, dalla prima guerra mondiale agli attentati dell’11 settembre 2001. Sarà approfondita l’evoluzione del sistema internazionale, con riferimenti alla storia diplomatica del ventennio tra le due guerre e alle principali dottrine strategiche elaborate dalle superpotenze durante la guerra fredda.
L’ausilio di materiale documentario, fornito in aula e messo a disposizione in rete, permetterà inoltre di mettere in luce alcune significative dinamiche della Guerra fredda e della storia mediorientale e nordafricana, con particolare riferimento al confronto bipolare tra Stati Uniti e Unione Sovietica e alle relazioni euro-mediterranee ed euro-atlantiche.

Risultati di apprendimento attesi

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • comprendere come si sono sviluppate le relazioni internazionali a seguito dei più importanti avvenimenti storici e politici del XX secolo;
  • individuare e analizzare le ragioni storico-politiche della suddivisione del mondo in due blocchi contrapposti;
  • analizzare le conseguenze della Guerra fredda negli ordinamenti interni e negli equilibri geo-politici internazionali ed esaminare le cause del crollo dell’Unione sovietica;
  • conoscere i passaggi salienti del periodo successivo alla guerra fredda.
Prerequisiti

Non sono richiesti requisiti specifici.

Programma del corso
  • Il primo conflitto mondiale: cause, novità e conseguenze
  • La conferenza di pace di Parigi e l’assetto dell’Europa post-bellica
  • I caratteri della diplomazia europea tra le due Guerre mondiali
  • L’Europa e le dittature (1922-1939)
  • Lo scoppio della seconda Guerra mondiale e la fase europea del conflitto
  • La fase “mondiale” della guerra e le Conferenze interalleate
  • La nascita dell’ONU e le origini della Guerra fredda
  • I problemi della ricostruzione: Dottrina Truman, Piano Marshall e Blocco di Berlino
  • Il sistema bipolare: NATO e Patto di Varsavia
  • Aspetti della prima fase della Guerra fredda: dal conflitto di Corea alla Crisi ungherese del 1956
  • Il Medio oriente e i conflitti arabo israeliani: dalla risoluzione n. 181 dell’ONU alla Crisi di Suez e alla nascita dell’OLP (1947-64)
  • Il Medio oriente e i conflitti arabo-israeliani: dalla Guerra dei Sei giorni al fallimento del Vertice di Camp David II (1967-2000)
  • Le difficili relazioni tra Mondo occidentale e Africa Mediterranea: il caso della Libia indipendente (1951-2011)
  • Aspetti della seconda fase della Guerra fredda: la Crisi dei missili di Cuba e la Guerra del Vietnam
  • Ascesa e declino della “Grande Distensione” tra i due Blocchi (1968-1979)
  • La genesi del crollo dei regimi comunisti nell’Europa orientale e in URSS: dalla “Primavera di Praga” alla caduta del Muro di Berlino (1968-1991)
  • Le cause della fine dell’Impero sovietico nelle principali interpretazioni storiografiche
  • Le crisi di fine XX secolo e inizio del nuovo millennio
Libri di testo

Parte generale

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio , in alternativa, di uno dei seguenti testi:

  • Ennio Di Nolfo, Dagli imperi militari agli imperi tecnologici, Laterza, Roma e Bari, Ultima edizione
  • Antonio Varsori, Storia internazionale. Dal 1919 a oggi, Bologna, Il Mulino, 2015

Parte speciale (obbligatorio)
La seconda parte (pp. 139-279) del testo:

  • Federico Cresti, Massimiliano Cricco, Storia della Libia contemporanea, Roma, Carocci, 2015


Criteri di valutazione

Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.

Modalità della prova finale

L´esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta consiste in tre domande aperte. Le domande aperte possono riguardare argomenti specifici del corso e viene richiesto allo studente di motivare in modo adeguato le risposte esponendo in dettaglio gli argomenti richiesti. È indispensabile rispondere in modo puntuale alla domanda posta circoscrivendo gli argomenti richiesti ed eventualmente corredando la risposta con riferimenti storici, date, linee politiche o dottrine strategiche. La prova ha una durata massima di 90 minuti. 
La prova orale consiste in una discussione relativa a due o più argomenti trattati nel corso, introdotti da altrettante domande poste dal docente allo studente. Durante la prova orale verrà richiesto agli studenti di discutere gli argomenti appresi durante lo studio, per verificarne la comprensione. La prova orale ha una durata media di 20 minuti.

Didattica erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
Didattica interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (m.cricco@unimarconi.it)