Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Sociologia del lavoro
Docente
Prof. Cucculelli Fabio
Settore Scientifico Disciplinare
SPS/09
CFU
06
Descrizione dell'insegnamento

Il corso intende trattare l’evoluzione del concetto di lavoro attraverso un’analisi dei principali aspetti chiave oggetto di studio della sociologia del lavoro: processi produttivi e divisione del lavoro; leve motivazionali; leadership; cultura organizzativa; mercato del lavoro e flessibilità; innovazione tecnologica e lavoro.
Analizzando i cambiamenti strutturali e valoriali del lavoro attraverso i principali paradigmi interpretativi, dalla società industriale all’attuale società post-industriale, il corso si sofferma sull’impatto della tecnologia sulla produzione e sulle forme di divisione del lavoro, con accenno alle principali riforme normative sui contratti di lavoro. Infine, il lavoro viene rappresentato nelle sue trasformazioni, dalla Prima Rivoluzione Industriale alla - più recente e ancora in divenire - Quarta rivoluzione Industriale (la cosiddetta industria 4.0 e la trasformazione digitale).

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
1 – Risultati in termini di conoscenza e comprensione
Conoscere le categorie principali del mercato del lavoro e dei processi lavorativi nelle imprese dal punto di vista della gestione delle persone ossia al termine di questo corso lo studente sarà in grado di riconoscere in termini teorici concettuali alcuni fenomeni tipici del mondo del lavoro. e saprà riconoscere attraverso tali categorie, le dinamiche interpersonali collegate alle categorie della gestione del personale: motivazione, valorizzazione delle competenze, gestione del conflitto, sviluppo delle strutture organizzative, ecc.

2 – Capacità di applicare conoscenze e comprensione
Lo studente saprà riconoscere attraverso le categorie teoriche concettuali acquisite, le dinamiche interpersonali collegate alle categorie della gestione del personale: motivazione, valorizzazione delle competenze, gestione del conflitto, sviluppo delle strutture organizzative, e sarà in grado di esprimere una sua personale opinione per il miglioramento della gestione delle persone nelle diverse attività lavorative.

3 – Competenze trasversali
  • Acquisire e sviluppare competenze trasversali, di carattere metodologico per lo svolgimento di ricerche nel campo sociale, con l’integrazione tra le conoscenze specifiche della materia sociologica e le altre discipline umanistiche.
  • Acquisire la capacità critica di osservare e analizzare i fenomeni sociali integrando le diverse conoscenze acquisite con le discipline del proprio percorso di studi.
Prerequisiti

Non sono richiesti requisiti specifici.

Contenuti dell'insegnamento

MODULO I - I PARADIGMI INTERPRETATIVI DELLA SOCIOLOGIA DEL LAVORO

  • La sociologia del lavoro: elementi base e presentazione del corso
  • I filoni strutturali e l’egemonia del paradigma liberale
  • La società industriale e l’organizzazione scientifica del lavoro di Taylor
  • La scuola delle Relazioni Umane e le teorie della contingenza
  • Dal modello Giapponese alle imprese a rete
  • Gli strumenti di indagine: la ricerca nella sociologia del lavoro

MODULO II - IL PARADIGMA POST-INDUSTRIALE: DALLA TERZIARIZZAZIONE ALLA FLESSIBILITÀ

  • La flessibilità
  • La terziarizzazione
  • Il mercato del lavoro
  • Le nuove disuguaglianze sociali
  • Flessibilità, occupazione e discriminazioni di “genere”
  • La leadership

MODULO III - IL LAVORO: SCENARI ATTUALI

  • The smart working
  • Il mercato del lavoro: la lenta ripresa e le disparità nei gruppi sociali (Dati ISTAT 2017)

MATERIALE DIDATTICO DI APPROFONDIMENTO (Contributi facoltativi scaricabili da Virtual C@mpus)

  • Le ricerche classiche nella sociologia del lavoro
  • Future Works Skills 2020
  • Piano nazionale industria 4.0
  • Immagina che il lavoro
  • Il gap retributivo e la differenza di genere
  • Indicatori del mercato del lavoro
  • Pensare in modo nuovo
  • Quando la flessibilità diventa precarietà
  • Il futuro del lavoro: intervento di Federico Pistono
Attività didattiche
Didattica erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

Didattica interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione, aule virtuali, interazione specifica con i tutors, mediante la piattaforma informatica.
Modalità di verifica dell'apprendimento
1. Tipologie di prove d’esame
L'esame si svolge in forma scritta e/o orale. La prova scritta si svolge presso le sedi territoriali dell’Università e, in coerenza con gli obiettivi formativi, consiste in tre domande aperte, che richiedono, una dissertazione ragionata e critica mediante l’applicazione delle nozioni acquisite.  La durata è di 90 minuti. Agli stessi obiettivi di verifica è indirizzato anche l’esame orale, che si svolge presso la sede centrale dell’Università in Roma davanti a una Commissione d’esame.

2. Attribuzione del giudizio finale
Per l’attribuzione del giudizio finale si tiene conto della capacità dello studente di acquisire una approfondita conoscenza della materia e dei contenuti di disciplina ad essa connessi, dimostrando di aver appreso i suoi principi metodologici, applicativi e lessicali dell’interpretazione sociologica dei fenomeni sociali. A tal fine è fondamentale per la preparazione dell’esame lo studio della materia su un idoneo manuale e l’ascolto delle videolezioni. L’ulteriore materiale didattico, presente in piattaforma costituisce un semplice complemento, utilizzabile solo per un eventuale confronto dialettico con i sussidi sopra elencati.
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio del seguente testo:

  • Accornero A., Il mondo della Produzione. Sociologia del Lavoro e dell’Industria, Il Mulino, Bologna, 2004

TESTI FACOLTATIVI DI APPROFONDIMENTO

  • A. Cocozza, Organizzazioni. Culture, modelli, governance. Franco Angeli, Milano, 2014 (solo il capitolo: Mutamenti economici e sociali ed evoluzione delle teorie organizzative)
  • D. De Masi, Il futuro del lavoro. Fatica e ozio nella società postindustriale, BUR Rizzoli, 1999
  • F. Ferrarotti, La strage degli innocenti. Note sul genocidio di una generazione, Armando Editore, 2011
  • A. Magone e T. Mazali (a cura di), Industria 4.0. Uomini e macchine nella fabbrica digitale, Edizione Guerini e Associati, Milano, 2016
  • D. Méda, Società senza lavoro. Per una nuova filosofia dell’occupazione, Feltrinelli, Milano 1997 (solo i primi tre capitoli)
  • E. Reyneri, Introduzione alla sociologia del mercato del lavoro, Il Mulino, Bologna, 2017
  • J. Rifkin, La fine del lavoro; Mondadori, 2005
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (f.cucculelli@unimarconi.it)