Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Sociologia dei fenomeni politici
Docente
Prof. Serio Maurizio
Settore Scientifico Disciplinare
SPS/11
CFU
06
Descrizione dell'insegnamento

I dilemmi in cui si dibatte e le sfide che deve affrontare la politica all'inizio del Ventunesimo secolo sono in sostanza riconducibili alla tenuta dei sistemi democratici nel mondo occidentale.
Nella prima parte, l'insegnamento intende illustrare i principali modelli storici e teorici di democrazia, approfondendone positività e contraddizioni. Particolare spazio sarà dato alla dicotomia democrazia procedurale versus democrazia sostanziale che attraversa parimenti la riflessione scientifica e il dibattito politico. Compressa tra populismo e tecnocrazia, la forma democratica nei sistemi politici occidentali risente oggi di una pesante delegittimazione, che investe le istituzioni nazionali come quelle sovranazionali, in un clima di crescente sfiducia e disaffezione verso lo stesso istituto della rappresentanza.
Anche per questo, nella seconda parte dell'insegnamento, particolare attenzione sarà data ai partiti politici come protagonisti della partecipazione democratica, soffermandosi sul ruolo fondativo delle culture politiche nell'Italia repubblicana.
La terza parte dell'insegnamento verterà sulla definizione e sul ruolo dei miti politici e dei nazionalismi quali patologie congenite o residuali dei sistemi democratici, al fine di verificarne il potenziale di destabilizzazione sull'intero spazio politico.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)

Al termine di questo insegnamento, lo studente sarà in grado di:

  • comprendere i modelli democratici distinguendo le rispettive caratteristiche;
  • interpretare il dibattito democratico contemporaneo nei suoi aspetti concreti e attuali;
  • capire la dinamica storica di evoluzione dei partiti politici;
  • applicare gli strumenti necessari all’identificazione delle principali caratteristiche del fenomeno partitico all’interno delle democrazie occidentali, con particolare attenzione al caso italiano;
  • conoscere le patologie che attengono allo sviluppo democratico dei sistemi occidentali;
  • analizzare criticamente le teorie relative al concetto di nazione e di nazionalismo;
  • organizzare gli strumenti necessari all'identificazione delle principali caratteristiche del fenomeno populista e all’analisi delle influenze che esso ha sulla democrazia nel sistema politico contemporaneo.
Prerequisiti
Non sono richiesti requisiti di propedeuticità specifici.
È tuttavia importante che lo studente di Sociologia dei fenomeni politici abbia le capacità critiche di:
  • contestualizzare, dal punto di storico, la produzione scientifica di teorie sui fenomeni osservati;
  • giudicare in autonomia la salienza degli elementi razionali e irrazionali all’interno delle comunità politiche;
  • effettuare una comparazione tra i modelli di democrazia e i sistemi di partito politico presentati.
Contenuti dell'insegnamento

L'insegnamento è articolato in 15 video-lezioni, strutturate in tre moduli didattici.

Parte prima - La democrazia come forma e sostanza della politica contemporanea

  • Modelli teorici e storici di democrazia
  • I fondamenti prepolitici della democrazia e la sfera pubblica
  • Democrazia procedurale e democrazia sostanziale - Regole vs valori
  • Il dibattito sulla crisi della democrazia

Parte seconda - Lo studio della partecipazione politica: partiti e culture politiche

  • Il partito politico nella teoria democratica: definizioni, funzioni e ruolo
  • Classificazione dei sistemi di partito e origine dei partiti politici
  • La struttura dei partiti e l'evoluzione della forma partito nei sistemi democratici occidentali
  • Patologie, crisi e mutamenti dei partiti politici
  • La cultura politica
  • Le subculture politiche - Il caso italiano

Parte terza - Le patologie della rappresentanza politica

  • Il populismo: elemento fisiologico o patologia della democrazia?
  • Il mito politico, i simboli e l’ideologia
  • Il nazionalismo: le interpretazioni moderniste
  • Il nazionalismo: la prospettiva etno-simbolica di A.D. Smith
Attività didattiche
Didattica erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

Didattica interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione (principalmente aule virtuali, attivate con cadenza bimestrale).
Modalità di verifica dell'apprendimento
L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta consiste in tre domande a risposta aperta che vertono sugli argomenti specifici del corso come esposti nelle lezioni, nel materiale didattico e nei libri di testo obbligatori. Viene richiesto allo studente di motivare in modo adeguato e puntuale le risposte esponendo in dettaglio e con senso critico gli argomenti richiesti. La prova ha una durata massima di 90 minuti.
La prova orale, condotta con modalità e criteri di valutazione equivalenti a quella della prova scritta, consiste in una discussione relativa agli argomenti trattati nel corso, nelle lezioni, nel materiale didattico e nei libri di testo obbligatori.  La prova è finalizzata a verificare le conoscenze e le competenze acquisite. Allo studente viene richiesto di esporre efficacemente e accuratamente gli argomenti e di svilupparne le implicazioni con senso critico e in forma autonoma e consapevole.
La prova orale ha una durata media di 20/30 minuti.
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d’esame.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Held D., Modelli di democrazia, il Mulino, Bologna, 2007 (esclusa Parte Prima)
  • Smith A.D., La nazione, Rubbettino, Soveria Mannelli, nuova ed. 2018
  • Mair P., Governare il vuoto, Rubbettino, Soveria Mannelli, 2016

È altresì consigliata la lettura dei seguenti testi di approfondimento non obbligatori e la consultazione della sitografia riportata: 

  • Palano D., La democrazia senza partiti, Vita e Pensiero, Milano, 2015
  • Prospero M., Il partito politico. Teorie e modelli, Carocci, Roma, 2012
  • Campi A., Nazione, il Mulino, Bologna 2004
  • Chiarelli R. (a cura di), Il populismo tra storia, politica e diritto, Rubbettino, Soveria Mannelli, 2015
  • Dessì G. (a cura di), Popolarismo e populismo, Ed. Nuova Cultura, Roma, 2019
  • http://www.hyperpolitics.net
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (m.serio@unimarconi.it)