Master in Governo del Territorio (2° livello)

Presentazione

Il Master in “Governo del Territorio” - aspetti Urbanistici, amministrativi e gestionali - intende fornire ai partecipanti strumenti e metodologie per la gestione delle problematiche inerenti il management urbano e territoriale. Le riforme giuridico-organizzative che stanno interessando le Pubbliche Amministrazioni nello svolgimento dei compiti che ad esse competono, sono sempre più caratterizzate dall’introduzione di logiche manageriali centrate sui principi di efficienza e di efficacia. In pari tempo per i pubblici amministratori sono disponibili spazi decisionali sempre più ampi ed impegnativi, che richiedono, a vari livelli, conoscenze giuridiche, organizzative e gestionali. Per realizzare in pienezza le potenzialità insite in tali riforme si rendono, quindi, necessari programmi formativi specialistici che forniscano agli amministratori pubblici ed ai tecnici che si occupano del governo della città, competenze tecniche capaci di garantire i fondamenti cognitivi e conoscitivi per un decision-making che sia in grado di progettare ed implementare nel Settore Pubblico, in aderenza al quadro normativo esistente, i sistemi amministrativi e di management meglio rispondenti alle esigenze di una sua positiva funzionalità.

Obiettivi

Il progetto formativo nasce da una sinergia tra le competenze tecnico-manageriali e quelle economico-giuridico-amministrative, nella convinzione che nell’incontro e nella sintesi di conoscenze differenti sia possibile generare offerte formative ad alto valore aggiunto.
Il Master in “Governo del Territorio” risponde alle esigenze del settore pubblico poiché:

  • garantisce alta formazione per il management della P.A. e per le scelte ed attuazione delle politiche pubbliche;
  • favorisce l’incontro tra la domanda e l’offerta di competenze specialistiche per la P.A.;
  • forma i consulenti ed i tecnici che lavorano per o con le P.A.

Destinatari

Per essere ammessi al Master di II Livello occorre essere in possesso di una Laurea Magistrale o di vecchio ordinamento, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo, in materie scientifiche attinenti al master (Architettura, Ingegneria dell’Ambiente e del Territorio, Pianificazione urbanistica, ecc.).

Profilo professionale

Il Master ha come obiettivo la formazione di figure professionali con alta qualificazione e specializzazione, anche in relazione al nuovo ordinamento degli ordini professionali di architetti, ingegneri e di altre figure professionali interessate alle trasformazioni del territorio. Inoltre ha lo scopo di conferire una specifica formazione professionale, integrativa di quella universitaria, a professionisti operanti nel campo della pianificazione e progettazione urbana e territoriale, a funzionari e dirigenti delle Pubbliche Amministrazioni. La figura professionale “formata” sarà in grado di programmare e gestire compiti complessi a scala urbana e di area vasta, derivanti dal riassetto dei sistemi decisionali pubblici nel contesto nazionale. Tale figura professionale integra un asse tecnico-scientifico con competenze e capacità di tipo giuridico, amministrativo, economico e progettuale.

Direttore del corso

Prof. Pierluigi Carci

Coordinatore

Prof.ssa Cinzia Bellone

Struttura

Durata: 12 mesi (1.500 ore)
Crediti formativi: 60
Modalità di erogazione: e-learning
Tasse di iscrizione: € 2.900,00

A copertura con borsa di studio della prevista tassa d’iscrizione di € 2.900,00 il contributo, da parte degli studenti è ridotto a € 2.000,00 per i diritti di segreteria. Per ulteriori informazioni contattare la Segreteria Master.

Modello formativo

Il metodo formativo consente l’approfondimento, attraverso case histories e specifiche esercitazioni, di tematiche interessanti dal punto di vista strategico e operativo. Il Master in “Governo del Territorio” utilizza una didattica interattiva che unisce una metodologia accademica e universitaria ad una fruibilità innovativa. Il percorso formativo del Master si caratterizza per un uso intensivo della rete come mezzo per veicolare informazioni sotto forma di testi digitali, immagini, videoconferenze. Attraverso “Virtual C@mpus”, la piattaforma digitale dell’Università, la rete telematica si offre non più come semplice strumento di trasmissione di materiali, ma come “luogo virtuale” dove dar vita a processi di apprendimento collaborativo con docenti, tutor ed altri colleghi.
La varietà di metodologie previste dal sistema consente a ciascuno studente di gestire il proprio percorso formativo, scegliendo tra le tecnologie e le modalità didattiche più adatte alle proprie competenze e al proprio stile di apprendimento, in modo flessibile e senza limiti di spazio e di tempo.
Il Master è strutturato in moduli che contengono al loro interno diverse lezioni ed esercitazioni per consentire allo studente di approfondire i contenuti didattici.

Programma

La didattica annuale del Master in Il Governo del territorio è articolata in attività formative, suddivise in Moduli Didattici ciascuno composto di lezioni, esercitazioni e/o attività di laboratorio. Un’ultima fase è dedicata ad un momento di sintesi rappresentato dalla elaborazione della Tesi di Master e dall’attività formativa di stage.

Nella prima attività formativa si affrontano le tematiche relative a La Pubblica Amministrazione: struttura e procedimenti amministrativi. In tale attività viene messa a punto la formazione teorica, finalizzata a fornire una base comune ed interdisciplinare di conoscenze specifiche sulle determinanti relative alla struttura e alla organizzazione della P.A. nonché sulla legislazione relativa al governo del territorio.

Argomenti:
La Pubblica Amministrazione: struttura e procedimenti amministrativi
La struttura delle P.A. ▪ Elementi di diritto amministrativo: procedimenti ▪ Nozioni di Diritto urbanistico

Nella seconda attività formativa si affrontano le tematiche relative La Pianificazione del territorio e della città. Essa è incentrata sulla formazione metodologica finalizzata ad apprendere le principali strumentazioni di analisi e di progetto nelle nuove forme di intervento  urbanistico e territoriale, ambientale e paesaggistico.

Argomenti:
Il governo del territorio e della città
Le politiche per l’ambiente ▪ La pianificazione territoriale ▪ L’innovazione tra ambiente e paesaggio ▪ Dalla pianificazione alla progettazione urbanistica ▪ La gestione urbanistica

Nella terza attività formativa si affrontano le tematiche relative a Metodi di valutazione e strumenti finanziari per l’attuazione di piani e progetti.

Argomenti:
Metodi di valutazione e strumenti finanziari per l’attuazione dei progetti
Valutazione economica e ambientale di piani e progetti ▪ Valutazione di Impatto Ambientale e valutazione ambientale strategica ▪ Tecniche finanziarie del progetto ▪ Strategie aziendali e marketing management

La quarta attività formativa è lo stage finalizzato a verificare quanto appreso nelle tre precedenti attività. La durata dello stage è di 500 ore. Gli stage si svolgeranno presso strutture pubbliche e private decise di volta in volta.

L’ultima fase didattica costituisce la sintesi dell’iter formativo svolto, finalizzata alla verifica del livello di apprendimento dei contenuti del Master, anche mediante l’applicazione concreta su casi di studio-progetto, per consentire la valutazione finale di ciascun partecipante al corso ai fini del conseguimento del titolo.

Conseguimento del Master

Al termine del corso, a quanti abbiano osservato tutte le condizioni richieste e superato con esito positivo le prove di valutazione previste, e maturato i 60 crediti riconosciuti, sarà rilasciato il Diploma di Master Universitario ai sensi del D.M. 509/99 e del DM 270/2004.

Il percorso didattico si concretizza attraverso l’ottenimento di crediti formativi universitari ciascuno dei quali corrispondente a 25 ore di lavoro dello studente. Nel corso dell’Anno Accademico lo studente è tenuto a maturare 60 crediti universitari. Lo studente deve frequentare il Corso per almeno l’80% delle attività previste verificabili attraverso il tracciamento e le pratiche di interazione con i docenti, i tutor e la frequenza delle attività nelle classi virtuali.