Master in Funzioni di Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Presentazione

Il Master per le “Funzioni di Coordinamento delle Professioni Sanitarie” risponde alle esigenze di coloro che operano o intendono operare in ambito sanitario, impegnandosi in attività direzionali, di programmazione, coordinamento e controllo.
Il Master ha lo scopo di fornire e rafforzare le conoscenze in ambito organizzativo, economico e gestionale spendibili nei servizi sanitari, sia ospedalieri che territoriali, con l’obiettivo di formare un manager sanitario capace di integrare le specifiche peculiarità di ogni settore in maniera fortemente orientata alla mission aziendale.

Obiettivi

  • Acquisire le competenze necessarie ad esercitare il ruolo di consulente direzionale nelle aziende sanitarie.
  • Saper utilizzare le logiche e gli strumenti del management aziendale per operare in ambito sanitario.
  • Analizzare le problematiche organizzative, economiche e gestionali legate al coordinamento delle funzioni di un’azienda sanitaria.
  • Acquisire un adeguato orientamento alla gestione, alla qualità ed alla soddisfazione dell’utente/cliente.

Destinatari

I Candidati alla frequenza del Master dovranno essere in possesso di un diploma universitario, di un diploma di laurea triennale (nuovo ordinamento), di laurea quadriennale (vecchio ordinamento) o laurea specialistica, secondo il vigente ordinamento afferente ad una professione sanitaria, si intendono comprese le professioni di cui alla legge 01.02.06 n. 43.
Ai sensi dell’articolo 1, punto 10 della legge 8 gennaio 2002, n. 1, al corso possono essere ammessi anche coloro che sono in possesso di diplomi conseguiti in base alla normativa precedente, da parte degli appartenenti alle professioni sanitarie di cui alle leggi 26 febbraio 1999, n. 42 e 10 agosto 2000, n. 251 e 01 febbraio 20006 n. 43.
In particolare il corso interessa tutti i profili di cui alla legge 43/2006.

Profilo professionale

Il Master per le “Funzioni di Coordinamento delle Professioni Sanitarie” rappresenta il percorso formativo più adeguato per coloro che intendono operare:

  • nelle aziende sanitarie pubbliche e private
  • negli enti no profit operanti in ambito sanitario
  • negli assessorati regionali alla sanità e nelle agenzie sanitarie regionali
  • nel settore della consulenza di direzione e d’organizzazione in ambito sanitario
  • nel settore della ricerca sanitaria ed in quello della formazione universitaria

Direttore del corso

Prof. Salvatore Amato

Struttura

Durata: 12 mesi (1.500 ore)
Crediti formativi: 60
Modalità di erogazione: e-learning e aula tradizionale
Tasse di iscrizione: € 1.500,00

Modello formativo

Il Master si svolge in modalità blended (parte in aula e parte on line). Il programma è articolato in modo da garantire l’interattività tra allievo, docenti e tutor all’interno delle diverse aree didattiche. Il Master è articolato in aree suddivise in moduli e unità didattiche che sono tra loro collegati. Il Master privilegia l’adozione di un metodo di presentazione di tipo pratico, impostato su situazioni reali e su problemi specifici. L’organizzazione del corso è modulare, basata su una suddivisione della materia in grado di favorire la valutazione e l’applicazione immediata delle conoscenze acquisite. Gli argomenti trattati rappresentano il risultato di una accurata selezione dei materiali tale da garantire la trasmissione di conoscenze coerenti con le esigenze degli operatori. La realtà operativa dei partecipanti verrà assunta come risorsa essenziale per la trattazione dei contenuti. Si prevede di lavorare sulle cause e sugli indici di successo e di insuccesso delle azioni e sulle possibilità di miglioramento dei risultati a breve e medio termine. I partecipanti al Corso verranno seguiti dai docenti in aula e assistiti nel loro percorso di apprendimento dai tutor che eserciteranno il monitoraggio del singolo studente mediante simulazioni, esercitazioni, prove di verifica, ecc.

Programma

Il management: politica e programmazione sanitaria
  • La tutela della salute nell’ordinamento italiano (art.32 della Costituzione)
  • I livelli di governo del SSN (centrale, intermedio e periferico)
  • La ripartizione delle competenze tra Stato/Regioni/Provincie (art.117 della Costituzione)
  • Aspetti istituzionali e normativi del sistema sanitario
  • Aspetti storici ed evoluzione del pensiero medico
  • Gli elementi per l’orientamento della domanda e offerta
  • La programmazione sanitaria
  • I Livelli Uniformi di Assistenza sanitaria
  • I Livelli Essenziali di Assistenza LEA
  • Gli indicatori assistenziali
  • L’integrazione delle reti assistenziali
  • Gli strumenti informativi per la pianificazione dell’assistenza
  • La gestione delle liste d’attesa
Il Management: modelli organizzativi dei sistemi sanitari
  • I modelli organizzativi dei sistemi sanitari
  • La struttura organizzativa di un´Azienda sanitaria
  • Principi di organizzazione dell´Azienda sanitaria
  • L´ambiente esterno e le relazioni nel "sistema" Azienda
  • Strutture operative del SSN
  • L´Azienda sanitaria: l´Atto aziendale
  • L’Organigramma
  • La riorganizzazione ospedaliera
  • Nuovi modelli organizzativi dell´azienda ospedaliera
  • I dipartimenti ospedalieri e territoriali
  • I distretti
  • I Presidi ospedalieri
  • Modelli clinici e clinico-organizzativi di continuità assistenziale
  • L’Integrazione ospedale-territorio
  • Le Cure domiciliari
  • Le strutture residenziali e semiresidenziali
  • L’Integrazione Socio sanitaria (legge 328/2000)
  • La politica del farmaco
  • Istituzione della U.O. delle Professioni sanitarie e sociali
Governo clinico, efficacia ed efficienza dell´azione organizzativa
  • Il governo clinico del sistema sanitario: contesto e strumenti
  • La promozione del governo clinico
  • Il sistema qualità in Sanità (valutazione e indicatori)
  • La Joint Commission
  • La cartella clinica
  • Il governo clinico e il consenso informato
  • Autorizzazione e accreditamento istituzionale
  • Appropriatezza ed efficacia degli interventi sanitari
  • La Customer satisfaction
  • Sistemi di valutazione delle performance in sanità
  • La comunicazione in medicina: i diritti di salute e informazione
  • L’Ufficio Relazione con il Pubblico URP
  • Governo clinico e gestione del rischio in sanità
  • Health Technology Assessment
  • L’educazione Continua in Medicina (ECM)
  • Riferimenti storici e normativi delle professioni sanitarie e della figura del coordinatore
  • Aspetti giuridici e responsabilità delle professioni sanitarie
  • La Pianificazione, programmazione e gestione delle risorse umane
  • Leadership e comunicazione
  • Il contratto collettivo ed il sistema delle relazioni sindacali
  • Sistemi di programmazione e controllo di gestione
  • Il processo di budgeting
  • Sicurezza nei luoghi di lavoro
Metodologia della ricerca
  • Elementi di statistica e informatica sanitaria
  • Sistemi informativi ed Elaborazione dei dati in sanità
  • Filosofia della scienza
  • Le origini dell’empirismo logico
  • Epidemiologia
  • La Medicina Basata sulle Evidenze (EBM)
  • Le ricerche bibliografiche
  • Linee guida, protocolli e procedure, raccomandazioni
Bioetica e diritto
  • La filosofia morale
  • Il Governo Clinico e il Codice Deontologico
  • L’Etica
  • I Comitati etici
  • Bioetica e diritto
  • L’operato tra politica ed etica in sanità
  • Il consenso informato
  • La Privacy

Tirocinio

È previsto un tirocinio formativo obbligatorio di almeno 500 ore, da espletarsi presso aziende sanitarie, aziende ospedaliere, aziende ospedaliero-universitarie, enti classificati e istituti di ricovero e cura a carattere scientifico.

Conseguimento del Master

Al termine del corso, a quanti abbiano osservato tutte le condizioni richieste e superato con esito positivo le prove di valutazione previste, e maturato i 60 crediti riconosciuti, sarà rilasciato il Diploma di Master Universitario ai sensi del D.M. 509/99 e del DM 270/2004.

Il percorso didattico si concretizza attraverso l’ottenimento di crediti formativi universitari ciascuno dei quali corrispondente a 25 ore di lavoro dello studente. Nel corso dell’Anno Accademico lo studente è tenuto a maturare 60 crediti universitari. Lo studente deve frequentare il Corso per almeno l’80% delle attività previste verificabili attraverso il tracciamento e le pratiche di interazione con i docenti, i tutor e la frequenza delle attività nelle classi virtuali.