Dottorato di Ricerca in Ingegneria dell’Innovazione e dello Sviluppo dei Prodotti e dei Processi Industriali (XXVI Ciclo)

I edizione: A.A. 2010/2011

Area Scientifica: 09 – Ingegneria Industriale e dell’Informazione

Durata del Corso: 3 anni
Posti: 4
Borse: 2

Coordinatore:
Prof. Paolo CITTI
Professore Ordinario di Progettazione Meccanica e Costruzione di Macchine presso l’Università degli Studi di Firenze

Sede:
Facoltà di Scienze e Tecnologie Applicate
Università degli Studi "Guglielmo Marconi"

Segreteria del Dottorato:
Tel 06/37725648
Fax: 06/37725647
E-mail: dottoratidiricerca@unimarconi.it

Caratteristiche del corso
Il corso di Dottorato ha l’obiettivo di fornire una approfondita conoscenza sia degli aspetti teorico-scientifici che di quelli più specificatamente progettuali e tecnologici dell’ingegneria industriale e meccanica, con particolare riferimento alle tecnologie ed alle metodologie innovative.
Il Dottore di Ricerca, al termine degli studi, sarà in grado di collocarsi con elevate competenze scientifiche nell’attuale dinamico contesto che vede, le Università, i Centri di Ricerca, le aziende Nazionali ed Internazionali, investire in modo crescente in termini di innovazione tecnologica.
Il corso di dottorato si propone, pertanto, di fornire competenze multidisciplinari finalizzate agli Studi ed alle Ricerche nell’ambito della progettazione innovativa, della fabbricazione delle macchine e dei sistemi produttivi, della conduzione e della gestione ottimale dei processi e dei relativi impianti. In particolare il Dottorato permetterà di approfondire, attraverso programmi formativi ed attività di ricerca, aspetti relativi a:
a) Progettazione funzionale, tecnica ed estetica di macchine ed impianti realizzati mediante impiego di metodologie progettuali innovative - (Meccanica Computazionale, Meccatronica, Elementi finiti, Dinamica strutturale, Progettazione di sintesi multidisciplinare - Concurrent design, Industrial Design, Concept Design, Progettazione ed ottimizzazione di prodotto/processo, Product Design strategico, Applicazioni dell’intelligenza artificiale per la progettazione, Applicazione di tecniche di visualizzazione per l’ottimizzazione dei progetti – Visual Design, Tecniche di Design for – Quality, Safety, Environment, Robust Design).
b) Studio di nuovi materiali e di nuove tecnologie per le applicazioni industriali nelle attività di sviluppo prodotto/processo - (Automazione industriale e robotica, CAD, Realtà virtuale per applicazioni ingegneristiche, Automazione interattiva dei processi di fabbricazione, Tecnologie innovative, Tecniche di prototipazione rapida, Materiali funzionali e intelligenti, Materiali e dispositivi multifunzione, MEMS e biosensori, Materiali nano-strutturati funzionali, Nanotecnologie).
c) Metodologie e strumenti per l’analisi e l’ottimizzazione dei prodotti e dei processi produttivi industriali - (Metodologie per promuovere innovazione, Modellazione, simulazione ed ottimizzazione dei sistemi di produzione, Tecniche di analisi ed ottimizzazione dei processi, Metodi e strumenti per la qualità, l’affidabilità e la sicurezza dei prodotti industriali, Analisi di tolleranza statistica – Simulazione e statistica computazionale, Diagnosi per la riduzione delle variazioni e miglioramento della qualità, Studio dei sistemi complessi, Metodi e tecniche per l’analisi e la valutazione dei rischi, Conformità e certificazione di prodotto).

Tematiche di ricerca
Il corso di dottorato ha contenuti formativi e di ricerca nelle tematiche strategiche per l’innovazione ad alto livello quali:

  • la progettazione assistita;
  • l’automazione industriale;
  • le nuove tecnologie;
  • la meccatronica;
  • le nanotecnologie;
  • i metodi e le tecniche di simulazione;
  • il reverse engineering ed il rapid prototyping;
  • le tecniche di sviluppo di prodotti e processi innovativi;
  • gli aspetti economici dell’innovazione;
  • gli aspetti psico-sociali dell’innovazione e la creatività progettuale;
  • i materiali innovativi;
  • le tecniche integrate di progettazione (Il Design for….)
  • l’analisi e l’ottimizzazione dei processi.

Obiettivi
Il titolo di Dottore di Ricerca corrisponde a livello internazionale al titolo di Doctor of Philosophy (Ph.D), titolo di origine anglosassone che risulta elemento di assoluta competitività per la ricerca di un’occupazione nel mercato globale.
Le attività di formazione e di ricerca del Dottorato riguardano gli aspetti tipici dell’innovazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, nonché della gestione di sistemi complessi, sia nel campo della ricerca, che in quello delle imprese manifatturiere o di servizi, sia pubbliche che private. Obiettivo del Dottorato sarà quello di formare esperti di elevato livello che, grazie alle ampie competenze tecniche e metodologiche acquisite all’interno del corso di dottorato, siano in grado di guidare in prima persona lo sviluppo dell’innovazione di processo e di prodotto nei vari ambiti industriali al fine di rendere le aziende e le organizzazioni più competitive sul mercato nazionale e internazionale. In tal senso i Dottori di Ricerca si potranno inserire all’interno di aziende medio/piccole come Innovation Manager in possesso sia di competenze tecniche specialistiche che di capacità operative di gestione dello sviluppo dell’innovazione, olre che in grandi aziende all’interno dei reparti di Ricerca e Sviluppo, Progettazione e Produzione.
I Dottori di Ricerca alla fine del percorso di Dottorato potranno quindi trovare occupazione presso Università, Centri di Ricerca pubblici o privati, industrie meccaniche o elettromeccaniche, aziende ed enti per la produzione e la conversione dell’energia, imprese impiantistiche, industrie per l’automazione e la robotica, imprese manifatturiere in generale.
Inoltre nel caso che i risultati ottenuti all’interno dell’attività di ricerca sviluppata durante il dottorato portino allo sviluppo di prodotti/processi originali ad elevato grado di innovatività e spendibili sul mercato sarà possibile partecipare da protagonisti alla creazione di nuove imprese ad alta tecnologia e spin-off-accademici.