Certificazioni e Autocertificazioni

Controllo veridicità autocertificazioni

Dal 1° gennaio 2012, secondo le disposizioni all’art. 15 comma 1 della legge 12 novembre 2011 n. 183, le certificazioni in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della Pubblica Amministrazione e i Gestori di Pubblici Servizi,  i certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione (ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. n° 445/2000) o dalle dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà (ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n° 445/2000).

Pertanto le pubbliche amministrazioni ed i gestori di pubblici servizi sono obbligati ad accettare le autocertificazioni. La mancata accettazione delle dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorietà costituisce violazione dei doveri d’ufficio.

Le certificazioni rilasciate dalle pubbliche amministrazioni da produrre ai soggetti privati dovranno riportare, a pena di nullità, la seguente dicitura: “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”.

Pertanto l'Università degli Studi Guglielmo Marconi rilascerà esclusivamente certificati validi ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati, sui quali è riportata la suddetta dicitura.

Procedura di controllo autocertificazioni

Le richieste, provenienti da Pubbliche Amministrazioni e i Gestori di Pubblici Servizi (ENTI, MINISTERI, UNIVERSITA’, ISTITUTI, ecc), finalizzate  al controllo di veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, possono essere inviate :

Contenuto della richiesta

La richiesta deve contenere:

  • ufficio di provenienza
  • oggetto chiaro e completo di tutte le informazioni utili a reperire i dati richiesti
  • copia della dichiarazione sostitutiva rilasciata dallo studente
  • nome in chiaro del sottoscrittore
  • indirizzo al quale va spedita la risposta

Tempi di risposta

Le richieste inoltrate saranno evase entro 30 giorni dall’acquisizione delle stesse al Protocollo Ufficiale di Ateneo.